policoro
  Faccia di marmo
 
Che ragazzo strano,  

dicevano i familiari e gli amici, - non si appassiona mai a qualcosa, gli si legge in faccia che non lo interessa niente. Era antipatico a tutti, e lui, Giuliano, essendo intelligente, se ne accorgeva che colpa ho io, si diceva, se ho una faccia simile. L'aveva infatti di marmo, con scolpita un'espressione d'indifferenza che non cambiava mai: si è forse mai vista una statua mutare espressione? Stanco di quei continui rimproveri, un giorno gli venne un idea: se non poteva cambiare espressione, avrebbe cambiato faccia. 
Andò da uno scultore, e si fece scolpire sul viso una bella risata, convinto cosi di diventare simpatico a tutti. Invece: È senza cuore,cominciarono a dire i familiari e gli amici, - non ha sentimento, ride di tutto. Infatti, avendo quell'espressione sola, rideva quando parlavano di disgrazie e catastrofi, o di qualcuno che stava male o che, cadendo, si era rotto una gamba, o addirittura era morto. Cosi, da antipatico divenne odioso. Ho sbagliato a farmi scolpire quest'espressione, si disse e, tornato dallo scultore, se ne fece scolpire una addolorata, tristissima. 

Fu ancora peggio. Gli raccontavano barzellette, gli facevano regali, lo invitavano a una festa e mai che lui sorridesse, aveva sempre la faccia afflitta. Con quell'eterna faccia da funerale è insopportabile,- diceva la gente: - non è mai contento di nulla. Disperato, tornò dallo scultore. Mi aiuti, - lo supplicò, - così non posso continuare a vivere. Mi scolpisca una faccia che piace a tutti. Lasci fare a me, - disse lo scultore, e gliene scolpì una come quella della Gioconda, che ride ed è triste, che sembra seria e nello stesso tempo divertita, insomma la faccia di chi può sembrare che pensi qualsiasi cosa.

Quella, per intenderci meglio, di certi personaggi che quando compaiono in televisione non si sbilanciano mai, e non si capisce cosa pensano veramente, perché si preoccupano soltanto di far contenti tutti. Da allora Giuliano non fù più odioso ne antipatico, anzi ebbe grande successo; ma lui, che oltre che intelligente era anche sincero, non ne era felice: si sentiva ipocrita. 
 
 
 
  Oggi ci sono stati già 81 visitatori (157 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente