policoro
  Lady Godiva
 
Verso la metà dell'undicesimo secolo,la fondazione di un priorato benedettino da parte del conte Leofrico cambiò completamente la vita di tutto il regno di Mercie, oggi contea di Warwick. A poco a poco nella regione si stabilirono commercianti ed artigiani e Coventry si trasformò in una cittadella medievale. Naturalmente il conte Leofrico si rallegrava di questa trasformazione e faceva galoppare la fantasia: immaginava Coventry divenuta importante quanto Londra e perché
no, capitale dell'Inghilterra. 
Siccome il conte passava facilmente dai sogni ai fatti, cominciò ad accrescere lo splendore e la prosperità del suo paese; però tutto questo richiedeva molto denaro e poiché i suoi forzieri erano più vuoti che pieni, dovette trovare un modo per reperire altrove i fondi. Cominciò quindi a tartassare i suoi sudditi con ogni sorta di imposta; i poveretti erano disperati ed imploravano il cielo di venire in loro aiuto. Ben presto in tutto il paese, si sparse la voce che Leofrico avrebbe ancora tassato pesantemente gli abitanti e, che una dura punizione sarebbe toccata a coloro che non avessero versato il loro tributo agli esattori. Il conte non prestò orecchio alle suppliche dei sudditi, ma Lady Godiva, sua bella e giovane sposa, soffriva molto dell'infelicità del suo popolo e piangeva per ore ed ore ed era visibile il dolore sul suo viso. Un giorno il conte le domandò perché mai fosse così triste. "Provo compassione per la mia gente" rispose Lady Godiva. Per l'amor di Dio, risparmiate loro questo fardello tutti vi hanno implorato invano: ascoltate almeno la mia preghiera." Il primo impulso del conte fu quello di far tacere la moglie, ma nel vedere le sue lacrime egli le spiegò:" Si forse la gente si lamenta, ma tutti sono sempre restii a pagare le tasse. Pensa che presto Coventry sarà ricca e gloriosa. Certo per te é difficile capire ma, io ho bisogno di denaro così come tu hai bisogno per farti bella di ricche vesti e bei gioielli. Cosa chiese allora sua moglie. Che senza bei vestiti e gioielli la tua bellezza é meno splendente l'interruppe il conte. Senza tutto ciò, difficilmente potresti presentarti per strada, poiché nessuno indovinerebbe che a passare é una dama di alto lignaggio. Vedi dunque che é per la medesima ragione che sono stato costretto ad aumentare le tasse dei miei sudditi. Lady Godiva si limitò a stringersi nelle spalle, poi disse con aria divertita: Ciò vuol dire dunque che se io andassi nuda per le vie della città voi abolireste le tasse per i vostri sudditi Più o meno borbottò il conte e fece per uscire dalla stanza quando Lady Godiva gli sbarrò il passo. Se é così signore vi prendo in parola: domani attraverserò Coventry da un capo all'altro senza alcun vestito, e voi esonerete dalle tasse i vostri sudditi. Vi proverò che ho più a cuore la miseria del mio popolo che l'inutile civetteria. E non é detto inoltre, che una vera nascita d'alto lignaggio e un'autentica bellezza non possano mostrarsi al naturale senza alcun timore. Ciò detto, Lady Godiva uscì mentre il conte si metteva le mani nei capelli.
Invano corse dietro a sua moglie, pregandola di rinunciare a quel progetto e dicendole che il paragone era stupido: la bella dama fu irremovibile ed il conte fu proprio costretto ad annunciare a tutta la città ciò che sarebbe successo il giorno seguente. E così l'indomani, Lady Godiva passò nuda per le vie di Coventry sul suo cavallo bianco: soltanto i lunghi capelli biondi velavano il suo corpo candido come la neve. Essa si ergeva in sella senza alcuna vergogna, con l'ombra di un lieve sorriso sulle labbra: sapeva bene che non avrebbe incontrato anima viva. La gente restava in casa con le imposte chiuse, e nessuno avrebbe mai osato lanciare anche un solo sguardo dalla finestra, poiché nessuno ignorava il motivo dell'insolito pellegrinaggio. Suo marito rispettò la promessa e tolse la tassa. Il Conte e Lady Godiva vissero a lungo, circondati dalla riconoscenza dei loro sudditi.
 
 
  Oggi ci sono stati già 44 visitatori (207 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente