policoro
  Grillo l'indovino
 
C’erano una volta un maggiordomo,una cameriera e un cuoco,che rubarono l’anello di un re. Il re desiderava ritrovare il suo anello e così fece affiggere un bando con scritto: Si cerca un indovino.
Un povero marinaio affamato, di nome Grillo, vide il bando e penso: Potrebbe essere un modo per fare tre pasti al giorno. Andò dal re e disse di essere un indovino. Il re gli raccontò dell’anello perduto e lo pregò di servirsi dei suoi poteri per trovarlo. La mattina dopo, il maggiordomo portò a Grillo la colazione. Grillo, il cui unico pensiero era quello dei tre pasti, mormorò: Eccone uno. Il maggiordomo colpevole scappò via dalla stanza

A mezzogiorno la cameriera portò a Grillo il pranzo. Grillo,che era ancora molto affamato, disse: Ecco il secondo. La cameriera uscì tremando dalla paura. All’ora di cena, il cuoco portò a Grillo da mangiare e Grillo disse, tutto soddisfatto: Ed ecco il terzo. Il cuoco si buttò ai piedi di Grillo: Ti prego,abbi pietà di me! Ti darò cinquanta dollari, se non dirai al re che siamo stati noi a rubargli l’anello. Grillo, che quando aveva la pancia piena, era un ragazzo sveglio, disse, ridendo: Dammi i soldi e metti l’anello nel gozzo del tacchino. Poi Grillo andò dal re. Io so dov’è il tuo anello annunciò, ed aggiunse: Vieni nel cortile. Quando arrivarono là, Grillo additò il tacchino. Tagliagli la testa e guarda nel gozzo. Tagliarono la testa al tacchino ed ecco l’anello del re. Il re coprì Grillo di doni ed organizzò una festa per presentare l’indovino a tutti i suoi amici. Chiedetegli qualsiasi cosa e, vedrete che lui vi saprà rispondere. Disse il re agli invitati. Uno degli ospiti catturò un grillo nel prato e, voltandosi verso Grillo, gli chiese cosa avesse nascosto tra le mani. Grillo non ne aveva la più pallida idea. Su coraggio dissero gli invitati del re. E’ é tr troppo facile. balbettò. Sarà meglio che tu lo dica tuonò il re ed aggiunse:  Oppure, non sarà solo il tacchino ad aver perso la testa oggi. Grillo vide che tutto era perduto. Povero Grillo sospirò.

L’ospite aprì il pugno e il grillo saltò fuori. Il re, orgoglioso, fece diventare ricco Grillo, che poté fare tre pasti al giorno per il resto della sua vita.
 
  Oggi ci sono stati già 86 visitatori (182 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente