policoro
  La sorella sconosciuta
 

C’era una volta un re che aveva dodici figli, e desiderava talmente tanto una bambina che disse a sua moglie: Se avremo una figlia, ucciderò tutti i nostrifigli". Quando la regina fu di nuovo in attesa di un bimbo, il re dovette andare in guerra, ma diede istruzioni che, se avesse avuto una bambina, i suoi figli avrebbero dovuto essere messi a morte. Fuggite disse la regina spaventata ai suoi figli. Se avrò un figlio, esporrò una bandiera bianca e potrete tornare,ma se nasce una femmina, esporrò una bandiera rossa e voi dovrete stare lontani. E così dicendo i figli scapparono. Una mattina videro sventolare una bandiera rossa, e così si costruirono una capanna nella giungla.Intanto la sorella cresceva e chiedeva spesso a chi appartenessero i dodici cassetti di abiti nella casa di sua madre, ma la madre non le diceva mai di chi fossero. Infine la fanciulla non riuscì più a sopportare questa situazione e disse con sua madre che sarebbe fuggita se non le avesse svelato il mistero dei dodici cassetti.Così la madre le raccontò dei suoi dodici fratelli e del terribile giuramento del padre. La fanciulla allora prese l’anello del padre e andò alla ricerca dei fratelli. Camminò a lungo, finché arrivò per caso alla loro capanna. Ora i fratelli avevano giurato di uccidere qualsiasi donna si fosse avvicinata alla loro capanna, perché erano stati esiliati per causa sua. Per questa ragione, uno di loro, rimaneva sempre a casa mentre gli altri erano a caccia. Quando vide avvicinarsi una fanciulla, le chiese minacciosamente chi fosse e cosa volesse. Lei gli fece vedere l’anello del padre e lui capì che era sua sorella.

Nasconditi, altrimenti i miei fratelli ti uccideranno le disse. Il fratello che era rimasto a casa, quella sera, preparando la cena, per errore mise tredici posti a tavola, e i suoi fratelli capirono che nascondeva qualcuno. Così la fanciulla fu scoperta; ma quando i fratelli videro l’anello del padre, la perdonarono e le chiesero di rimanere con loro.Il giorno seguente, la sorella cucinò per i suoi fratelli. Avevano un rosaio con dodici germogli, lei raccolse i germogli e ne mise uno su ogni piatto. Ma quando i fratelli arrivarono a casa e si sedettero per mangiare, si trasformarono in dodici macao e volarono via. La fanciulla decise di cercarli e giurò che fino a quando non li avesse trovati, non avrebbe più parlato con nessuno. Camminò fino a che i suoi abiti furono in brandelli. Un principe la trovò, se ne innamorò e la portò a casa perché diventasse la sua sposa, ma lei non parlava. Le sorelle del principe dissero: Non parla perché è uno spirito maligno. La fanciulla non aprì bocca per difendersi e fu condannata a morte. Proprio mentre stava per morire e il principe la stava pregando di parlare per salvarsi, dodici macao si levarono in volo dalla giungla.

La fanciulla li udì chiamare raf-raf e finalmente parlò. Ecco i miei fratelli, venite a salvarmi!. gridò. I macao si trasformarono allora nuovamente nei suoi dodici  fratelli e la fanciulla e il principe si sposarono.
 
  Oggi ci sono stati già 32 visitatori (43 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente