policoro
  In Lombardia
 

Anche in  questa regione il Carnevale fu sempre celebrato solennemente con mascherate, balli e feste sontuose, che duravano addirittura sei o sette settimane. Un tempo le feste si tenevano di fronte al Duomo; varie erano le mascherate, occasione per i nobili di confondersi con il popolo e per il popolo di prendere in giro gli odiati oppressori. Ora il Carnevale lombardo sopravvive a Bagolino (Brescia), dove rappresenta soprattutto una occasione per suonare e ballare.

Nelle piazze e nelle strade si possono ascoltare musiche tradizionali e assistere a balli popolari in costumi sfarzosissimi, costituiti da calzoni neri al ginocchio con il bordo ricamato, calze bianche lavorate a mano, camicia pure bianca con sopra una giacca nera con spalline a frange ed un grande scialle che ricade sulla schiena. A Schignano, alcuni abitanti invadono le vie divisi in due frazioni: i "brutti", vestiti di stracci e con orrende maschere di legno, e i "belli", riccamente ed elegantemente abbigliati con nastri, pizzi, collane e una graziosa mascherina. Sfilano verso la piazza dove bruciano Carlisep, il pupazzo che rappresenta il Carnevale.

 

 
  Oggi ci sono stati già 17 visitatori (186 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente