policoro
  La donna che camminava
 
Una donna povera camminava su una dritta e lunga strada. Non c'era nessuno attorno: solo, davanti, qualcuno che camminava nella stessa direzione, ma era cosi lontano che non si capiva se fosse una donna o un uomo. A un tratto la donna vide una moneta per terra, proprio in mezzo alla strada. Contentissima si fermò, la raccolse e continuò il cammino. Poco dopo, ecco un' altra moneta. Stupita si fermò, e di nuovo la raccolse. Nonostante le piccole soste, la povera donna camminava in fretta, e la figura lontana adesso era più vicina. Ora si poteva vedere che era una donna.
Cammina cammina, ecco un' altra moneta. La povera la raccolse, ma cominciava a sentire una certa inquietudine. Come mai la donna che camminava davanti a lei non aveva raccolto quelle monete? Cammina cammina, le monete continuavano: ogni cento passi, ogni duecento, ogni cinquanta. La tasca della donna si riempiva, ma la sua fronte era aggrottata. Ormai poteva vedere che la donna davanti a lei aveva una borsa di stoffa al fianco, e si accorse che era proprio da quella borsa che cadeva, ogni tanto, una moneta. La povera donna si fermò. Cosa doveva fare? Pensò di scappare indietro, con i soldi. Pensò di tenersi i soldi, superare la donna in silenzio, e andare via. Pensò di rallentare, per rimanere sempre dietro, e raccogliere tutte le monete che la donna avesse perduto. Invece fece un' altra cosa. Accelerò il passo, e disse ad alta voce: - Fermati! La donna davanti si fermò, però non si voltò
Stai perdendo i tuoi soldi dalla borsa! disse la povera donna avvicinandosi. La donna davanti fece un cenno con il capo, ma non si voltò. Riprendi i soldi che hai perduto! disse la povera, fermandosi a due passi dall' altra, con le mani colme di monete. Allora la donna si voltò. La povera rimase a bocca aperta. Era esattamente uguale a lei: stessa faccia, stessa veste, stessi capelli. Non devi restituirli, perché sono tuoi, disse la donna.
Levò la borsa e gliela tese. La povera donna, a bocca aperta, senza nemmeno volendo allungò una mano, e la prese: e appena l'ebbe presa la donna uguale a lei sparì, come sparisce una figura in uno specchio che si scioglie nell' aria. Ma la borsa non sparì. Allora la donna ci mise i soldi raccolti, sedette sul bordo della strada, e con l'ago e il filo che sempre portava con sé, si mise a cucire per chiudere il buco, sorridendo.
 
  Oggi ci sono stati già 22 visitatori (149 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente