policoro
  Nella casa del sole
 
La Donna Mutevole era la figlia delle tenebre e dell'alba, ma fu cresciuta dal Primo Uomo e dalla Prima Donna. Non la nutrirono altro che di polline e rugiada finché non divenne una giovane donna. Cambiava con il mutare delle stagioni, ma era sempre bella. Un giorno di gran caldo, si addormentò all'aperto mentre il sole era alto nel cielo. Quando si svegliò, si sentì stanca, accaldata e scorse alcune impronte che venivano verso di lei da est, e poi si allontanavano. Dopo due giorni la Donna Mutevole cominciò a non sentirsi bene, e dopo altri due giorni diede alla luce un bambino. Nascose il piccolo e andò lavarsi in una pozza. Lasciò che l'acqua le scorresse addosso da un fresco ruscello, poi rientrò a casa. Due giorni dopo tornò a non sentirsi bene e passati altri due giorni la Donna Mutevole partorì un altro bambino.
I suoi due piccoli erano bambini prodigiosi, impararono a camminare dopo quattro giorni e crebbero come il grano selvatico. A quel tempo la gente aveva bisogno di eroi, perché era afflitta da mostri che uccidevano e mangiavano chiunque riuscivano ad afferrare. Il peggiore di tutti era il capo dei mostri, chiamato Yeitso, il Grande Gigante. Quando i figli della Donna Mutevole compirono dodici anni, erano già ragazzi vigorosi capaci di usare l'arco e le frecce, ed erano determinati a rintracciare il loro padre e a uccidere il  Grande Gigante. Un giorno, scivolarono via furtivamente mentre la loro madre era piombata  in un sonno profondo, e si misero in viaggio verso est. I due gemelli, che non avevano ancora ricevuto un nome, avanzarono verso una nuvola, poi viaggiarono nel cielo lungo la scia dell'arcobaleno. Il loro viaggio fu lungo e si trovarono a fronteggiare molti pericoli, ma incontrarono anche chi li aiutò. Uno di questi fu la Donna Ragno. Fece mangiare al fratello più grande un frammento di turchese e al più giovane un pezzo di conchiglia bianca. Diede a entrambi una penna d'aquila e disse loro: Tenetele vicine al vostro cuore e non fatele vedere a vostro padre, perché è a lui che le ho rubate. Dopo un bel po' di tempo, i gemelli scorsero in lontananza la casa del sole. C'erano, a farle la guardia, quattro orsi, quattro serpenti, quattro venti e quattro tuoni. Per quanto spaventati, i gemelli entrarono. Il sole era fuori per i suoi giri, ma sua figlia li aiutò a nascondersi. Quando il sole tornò, sottopose i ragazzi a molte prove per vedere se davvero fossero suoi figli. Se non avessero tenuto le penne dell'aquila vicine ai loro cuori, sarebbero certamente morti.
Alla fine il sole ammise che i ragazzi erano suoi figli e diede loro un nome. Chiamò il ragazzo più vecchio Mostro-Assassino mentre al più giovane diede il nome di Nato-dall'Acqua. Aprì le porte ai quattro lati della casa, porte di turchese, conchiglia bianca, orecchia di mare e ambra nera, e offrì loro tutto ciò che riuscivano a vedere attraverso di esse. Ma i due gemelli non chiesero altro che armi e corazze per poter uccidere il Grande Gigante. Il sole li coprì allora con due pelli di bufalo e diede loro armi fatte di pietra focaia. Poi quando furono pronti, li mise sotto un lampo di luce e li lanciò sulla terra, vicino al lago dove il Grande Gigante andava a bere. Il mostro avanzò verso l'acqua, per placare la sete dopo una giornata passata a uccidere la gente. Quando scorse i gemelli scagliò contro di loro quattro frecce fatte di luci a zigzag. Ma Mostro Assassino e Nato dall'Acqua presero le frecce e le rilanciarono contro il Grande Gigante trapassandogli il cuore.Il Grande Gigante crollò a terra, si rialzò, cadde di nuovo, ogni volta in una nuova direzione. Quando ricadde per la quinta volta, non si risollevò più. Il sole aveva osservato la battaglia dal cielo. Sapeva che il Grande Gigante doveva morire, sebbene anch'egli fosse uno dei figli del sole. Mostro Assassino e Nato dall'Acqua tornarono trionfanti dalla loro madre, cantando durante tutto il tragitto. Lei fu così orgogliosa di loro che pianse per la gioia, e così fecero tutti gli altri abitanti, almeno quelli che erano rimasti.
 
  Oggi ci sono stati già 16 visitatori (51 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente