policoro
  Guerra in cielo
 
Le genti dell'Europa dell' est avevano una dea del sole che amavano molto. Il suo nome era Saule ma da chi la adorava Saule era chiamata caro piccolo sole rosso. Era una protettrice materna degli orfani e si prendeva cura di tutti, persino aiutando i pastori a cercare gli agnellini che si erano smarriti. Saule attraversava il cielo ogni giorno su una slitta trainata da due cavalli di oro puro; la notte riposava su un'isola di meli nell'ovest, non prima, però, di aver lavato i suoi cavalli sulla riva del mare.
Di mattina, aiutata dalle sue molte figlie, Saule e i suoi cavalli avevano già nuotato nel mare della notte ed erano di nuovo pronti a cominciare il loro viaggio. Saule aveva diversi mariti, tra cui Meness, il guerriero della luna. Era bello, scuro, principesco, e indossava un mantello coperto di stelle. Guidava una slitta tirata da neri cavalli, e attraversava i cieli al fianco di Saule. Una notte, quando Meness si mise a contare le stelle, perché questo era il suo lavoro, trovò che ne mancava una. Era Auseklis, la stella del mattino, e Meness immediatamente s'insospettì. È in Germania, a fabbricar, fredde monete dissero le altre stelle, ma Meness era sicuro che la stella del mattino fosse con Saule. Subito andò a rubare la fidanzata di Auseklis, che era una delle figlie luminose di Saule. Quando Saule scoprì il doppio tradimento divenne furiosa. Prese una grande spada e tagliò la luna a pezzi.

Sua figlia, la fanciulla del sole, ebbe pietà di Meness e li rimise insieme; ma è questa la ragione per cui vediamo pezzi diversi della luna in diversi periodi del mese. Dopo l'accaduto, Saule non volle più viaggiare con Meness. Divorziarono e Meness ebbe come regno il cielo notturno, così che Saule non debba avere nulla a che fare con lui nel cielo luminoso del giorno.
 
  Oggi ci sono stati già 16 visitatori (124 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente