policoro
  Mezzettino
 

La maschera di Mezzettino comparve alla fine del Seicento come variante di Arlecchino e Brighella. Vestiva il tipico costume degli zanni; abito abbondante, cappello a punta e maschera. Successivamente l'abito divenne a righe verticali e gli fu tolta la maschera. E un servitore vivace ed elegante, abile musicista, furbo e pronto a sfruttare gli altri pur di ottenere vantaggi. Sempre disponibile a sbrigare le faccende di cuore del suo padrone e soprattutto le proprie. Secondo alcuni il nome deriverebbe dalla parola francese Mezetin che significa mezzo boccale o mezzo bicchiere. Divenne anche un personaggio critico verso la società. Si racconta che in una commedia uscisse dicendo: "Certo unuomo onesto è un mascalzone. In quel momento usciva Arlecchino, vestito da commissario di polizia, che rispondeva: " Io sono il mascalzone!".Questa battuta destò naturalmente le ire della polizia.

 
  Oggi ci sono stati già 36 visitatori (223 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente