policoro
  Busso il vento
 
Bussò il vento  come un uomo stanco
Ed io garbata 'Entra' gli risposi
Con ferma voce e allora egli rapido
Entrò nella mia camera
Ospite senza piedi
Invitarlo a sedere era impossibile
Tanto sarebbe valso presentare
All' aria una poltrona
Window_opens.gif - (8K)
Ed ossa non aveva, per tenerlo
Il suo parlare era come il fiato
Di molti colibrì ronzanti insieme
Da un celeste cespuglio
Un' onda, la sua faccia e mentre andava
Dalle dita una musica gli usciva
Di suoni tremuli
Soffiati nel cristallo
Window_with_leafs.gif - (8K)
Indugiò, sempre qua e là movendo
Poi timidamente
Bussò di nuovo  fu come una raffica
Ed io rimasi sola
 
  Oggi ci sono stati già 69 visitatori (90 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente