policoro
  Sfilata maschere
 

Arlecchino scappa fuori
col vestito a più colori,
salta, balla e corre via
sempre pieno di allegria.

Ha un bel viso a luna piena
di scherzare è sempre in vena
il Gianduia di Torino
dal cervello sveglio e fino.

E' chiamato Stenterello
perchè magro e poverello.

Da Firenze viene e dice
che non poco lui è felice.
Grasso grasso e chiacchierone

è il dottore Balanzone
è difficile frenare
la sua voglia di parlare.
Son Brighella bergamasco.

Negli inganni non ci casco,
sono furbo e ho fantasia
dico solo qualche bugia.
Canticchiando Pulcinella

la chitarra sua strimpella.
Se gli getti due soldoni
se li mangia in maccheroni.
Col vestito rosso e nero
e l'aspetto suo severo
Pantalone ricco e avaro

ama solo il suo denaro.
Capitano sono e Spavento
è il mio nome. Mille e cento
te li infilzo con la spada
se li trovo sulla strada.
Bella e bianca come rosa


è Rosaura capricciosa
e con lei c'è Colombina
cameriera sopraffina.

 
  Oggi ci sono stati già 53 visitatori (508 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente