policoro
  Battista
 

Battista il collezionista
collezionava spaghi,
bambole con la testa rotta,
siringhe senza aghi.

Pezzi perduti di puzzle,
gli stecchetti dei gelati,
viti storte, pile morte,
ami dritti e chiodi piegati.

Vecchi cocci, mezzi lacci,
scacciacani che non sparano,
corni muti, sordi liuti,
ombrelli che non riparano.

Coltelli senza lama,
chiavi senza serratura,
foglie secche, fogli con orecchie,
anelli fuori misura.

Cinture senza fibbia, trenini senza rotaie,
pezzetti di racchette, frammenti di pagaie.
Battista il collezionista
amava queste cose ardentemente,
le amava più dei diamanti
più degli ori luccicanti.

Battista chiamò tutta la gente:
Dividete con me la mia ricchezza!
Ma si sa com'é la gente:

venne e vide... e la chiamò mondezza.

 
  Oggi ci sono stati già 6 visitatori (122 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente