policoro
  Cappella dei Santi Medici
 
I lavori per la costruzione della Parrocchia dei Santi Medici cominciarono il 22 luglio 1956 per terminare all' incirca due anni dopo. L'idea della chiesa nacque dal fervente desiderio dei fedeli, gli abitanti del popoloso rione del "barco" che erano costretti a dividersi tra la parrocchia di Santa Maria delle Grazie e la parrocchia di Santa Maria degli Angeli, ad avere una chiesa tutta loro. Don Andrea Melpignano, parroco della parrocchia Santa Maria degli Angeli, raccolse la voce del popolo e si fece promotore dell' iniziativa. I fondi furono ottenuti grazie ad una sottoscrizione popolare e dai risparmi di Don Andrea Melpignano. Erano appena iniziati i lavori quando monsignore Giovanni Livrani, reduce dalla seconda guerra mondiale, suggerì la costruzione di un campanile che commemorasse la grande perdita dei caduti e nel 1958 il campanile, con i suoi 29 metri e 50 di altezza e la sua pianta regolare di metri 4,90 per 2,90, svettò alto nel cielo di Ostuni. Esso e dotato di tre cmpane, una maggiore di 7 quintali e 60, una seconda di 5 quintali e 57 ed una terza 2,8 quintali. La chiesa, che misura metri 40 per metri 16, ha uno stile architettonico molto semplice, perciò si rese necessario adornarla con qualcosa di particolare e quindi furono commissionate all' Istituto di arte liturgica "Beato Angelico" di Milano i mosaici e le dodici vetrate che caratterizzano la sua struttura. Il mosaico dei Santi Medici occupa tutta la parete dietro l'altare dando risalto ad una imponente opera che nulla ha da invidiare alle basiliche paleocristiane. le finestre, dodici, raffigurano mosaici delle opere dei dodici apostoli.

Cappella dove stanno i Santi Medici

Statue dei Santi Medici
 
  Oggi ci sono stati già 39 visitatori (101 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente