policoro
  Ascensione
 
La più strana fra le feste di primavera che si celebrano in questo giorno è quella del grillo. Si svolge a Firenze al parco delle Cascine. Fra bancarelle di dolciumi, di giocattoli e di saporiti panini alla porchetta, ecco tante minuscole gabbiette dalle quali trillano i grilli. Anche questa è una festa antichissima, nata nel Medioevo quando gli innamorati usavano regalare una gabbietta del genere alla loro ragazza. I grilli, infatti, simpatici e canterini come sono, erano considerati nemici del raccolto, perché, sotto terra, facevano scorpacciate di radici. Perciò venivano catturati. Adesso, ahimè, i grilli sono ormai pochi, e non sono certo loro che rovinano i raccolti. Il grillo al quale a Firenze si fa "la festa" è il grillo di campagna, di colore nero. Nelle case, invece, si può trovare quello che viene chiamato il grillo del focolare che è di colore bruno.

Un'antica tradizione vuole che il giorno dell'Ascensione sia caratterizzato da un misterioso collegamento tra la terra e il cielo. Si diceva che le acque, benedette da un angelo a mezzanotte, risanassero i malati e che l'uovo deposto quel giorno da una gallina nera avesse doti straordinarie per un anno intero. Secondo la credenza comune, l'uovo guariva piante, animali e persone e, messo sotto agli alberi, li liberava dai parassiti.
 
  Oggi ci sono stati già 16 visitatori (170 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente