policoro
  Il Monte Vulture
 
Il massiccio del Monte Vulture è circoscritto da un anello viario costituito dalle strade statali 167, 303 e 401. Questo territorio, ricco di testimonianze storiche che sopravvivono nelle testimonianze archittetoniche di Melfi e degli altri Comuni circostanti come Rionero in Vulture, Atella, Barile. Il Monte Vulture, che custodisce i due meravigliosi Laghi (Lago grande e Lago piccolo), ha origine vulcanica, la cui intensa attività eruttiva è avvenuta in epoca quaternaria e a ciò si deve la sua attuale configurazione morfologica. La zona è ricca di una folta e varia vegetazione. Il massiccio è costituito da una serie di cime disposte ad arco che raggiungono tutte la quota superiore ai mille metri. Le cime sono: San Michele, Serra del Fascino, Vulture, Solagna dei Piloni e Femmina Morta. Una peculiarità naturalistica del Vulture è la ricchezza delle sorgenti di acque minerali.Tutto il territorio ricade su due importanti bacini idrorimedari di Rionero in Vulture - Atella e quello di Monticchio.
 
  Oggi ci sono stati già 54 visitatori (91 hits) qui!  
 
Questo sito web stato creato gratuitamente con SitoWebFaidate.it. Vuoi anche tu un tuo sito web?
Accedi gratuitamente